Recensione: Miljenko Jergovic – “Freelander”

“Freelander, un surreale viaggio di ritorno a Sarajievo dopo 50 anni”

di Guido De Franceschi.

Miljenko Jergovic, Freelander, Zandonai.

Karlo Adum, professore croato in pensione, attirato da un testamento, deve tornare a Sarajevo, città in cui è nato, dopo più dimezzo secolo di assenza. Il suo viaggio da Zagabria alla capitale bosniaca, a bordo della sua vecchia e amatissima Volvo, è un on the road lungo le visibili cicatrici della guerra che ha vivisezionato la Jugoslavia.

Sul percorso e all’arrivo Adum incontra un catalogo di personaggi e situazioni al limite del surreale che tutto o quasi raccontano del pazzotico tentativo di risveglio dal coma dei paesi nati dalle macerie della carneficina degli anni Novanta.

Ma la robusta vena di narratore di Miljenko Jergovic è capace di iniettare nel racconto anche notevoli dosi di humour di schietta radice balcanica.

Il sole 24 ORE, 22/12/2010.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: