Recensione: Albahari David – Ludwig

L’agonia di Belgrado

di Dario Oliviero

“Per questo Belgrado vive sempre una condizione di semiagonia, sospesa fra ciò che non vuole essere, e che invece è, e ciò che vorrebbe essere, ma non è”. C´è molta Belgrado, pur non essendo un libro su Belgrado, in Ludwig del serbo David Albahari. Claustrofobico come una pièce teatrale di un unico atto, affilato come il monologo di un uomo che si sta lasciando divorare dai demoni dell´ennesimo sottosuolo, piovoso come l´ultimo pezzo di Occidente.

Eppure questa storia senza lo sfondo di Belgrado non avrebbe senso. Il rimando alla città è continuo e quasi sempre in negativo. Belgrado è la città che si crede metropoli ma non lo è, la città che premia gli arroganti e i pieni di sé, che non impara nulla dalla propria storia, che ascolta chi suona le trombe di un nazionalismo mai spento. Del resto a questo servono le città in letteratura da quando è nato il romanzo: a riempire i vuoti di gente, gli spazi di strade, il tempo di personaggi.

Ludwig è l´uomo simbolo di quanto si può odiare. Uno scrittore che ha plagiato le idee di un amico e con quelle ha raggiunto il successo. Un uomo che si è costruito un´immagine pubblica ricalcando perfettamente quella che l´opinione pubblica voleva. Un opportunista adulato come si adulano gli uomini di successo aspettandone la caduta. L´uomo e la città diventano il centro di vite consumate dall´odio reciproco, avvelenate dalla diffidenza, di gente pronta a fare qualsiasi cosa per amareggiare la vita altrui, di strade intasate di traffico aspettando l´alba, che da quelle parti, almeno, arriva prima.

Bookowski – La Repubblica, 11/11/2010
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: