Recensioni: Ivano Ferrari – Rosso epistassi (da “Pulp Libri”)

Dopo La franca sostanza del degrado (1999) e lo straordinario Macello (2004), la “Collezione di poesia” einaudiana ha respinto questo terzo movimento della poesia di Ivano Ferrari, che fortunatamente ha trovato ospitalità presso i tipi di Effigie. La spiegazione è forse da ricercare in una oscurità che, soprattutto all’inizio della raccolta, appare cifra dominante e quasi programmatica. Valga ad esempio la scelta di collocare subito dopo l’incipit una lirica aspra come «Luogo muto di scrittura risonanza entropica per bande / fracasso guevarista / sogni che paiono ematomi della luce / più carne meno trecce, eucurioti, introni, mutoni / fuggitiva eternità della materia / anemia falciforme in cui si dibatte il mito / dei dell’acido nucleico / morsi».
Tuttavia, arrendersi a questa densità, a questa “concentrazione” sarebbe un errore.
Se il Degrado si concentrava sulla dimensione individuale e Macello allargava la prospettiva focalizzando la potenza dell’energia dolorosa sprigionata dalla violenza umana, questa terza raccolta attraversa un’orbita ancora più ampia e restituisce lo sguardo ora febbrile, ora amaro, ma sempre indocile del poeta mantovano sulla Storia. Aspirazioni e fallimenti, ideali e illusioni del pensiero e della politica novecentesca vibrano fra le pagine di Rosso epistassi come un «suono di percosse» che «sale da terra» e invade le strade. «Non c’è storia», recita la stessa, splendida lirica «senza lo sfrigolio di serpi nelle torri». Vittime e carnefici, rivoluzioni e restaurazioni, pifferai magici e creduli innocenti vengono travolti nel rombo rapace del tempo, in un immane sbocco sanguigno da cui si leva, titanica e incosciente, quella cosa fragile che chiamiamo arte.

Teo Lorini
Pubblicato su «Pulp libri» n. 76

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: