La Novità Quodlibet di Aprile: Henri Michaux – Viaggio in Gran Garabagna

«Le notti in Emanglonia – non l’ho già detto? – sono sempre chiare, dolci e invitanti. Non si sa mai se è davvero l’ora di andare a letto».

In Francia Henri Michaux è già un classico consacrato nella «Pléiade», anche se è un classico piuttosto inclassificabile.
Viaggio in Gran Garabagna (1936) è uno dei suoi primi libri, e forse il più felice tra quelli che ha scritto. È un viaggio in una terra che non esiste, attraverso popolazioni immaginate, che corrispondono ognuna a un umore, una mania, un tic. Gli Hiviniziki (ad esempio) sono la nevrastenia, la precipitazione e la fretta fatte popolazione; gli Emangloni sono tardi, contemplativi e facili al pianto come certi nostri stati d’animo depressivi. Un libro rasserenante per chi lo legge, e avventuroso; lontano erede dei Viaggi di Gulliver e del Gargantua.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: