La Novità il Saggiatore di Marzo: Robert Fisk – Il martirio di una nazione

14 marzo 1978. Israele invade il Libano meridionale per allontanare dai propri confini i palestinesi e l’Olp. Dopo sette giorni di offensiva sono i numeri a parlare: 285 000 profughi, più di 2000 civili libanesi imprigionati e uccisi. A una tregua solo apparente segue una seconda invasione. Nel 1982 Tiro e Sidone vengono distrutte, Beirut resta assediata per dieci settimane. Per anni migliaia di innocenti continuano a morire. Testimone diretto di quei drammatici eventi, Robert Fisk racconta una guerra terribile e, attraverso pagine di annotazioni, bollettini e articoli scritti come corrispondente dal Libano dal 1976 a oggi, ripercorre la storia di una nazione e del suo popolo, una catastrofe politica e militare che la «cecità occidentale» non ha saputo evitare. Scritto da uno dei più importanti giornalisti britannici, Il martirio di una nazione combina reportage di guerra e analisi politica in un resoconto vivido e sconvolgente del conflitto libanese che scava nella storia alla ricerca delle radici di quella violenza. L’autore: Robert Fisk è corrispondente da Beirut per il quotidiano inglese The Independent. Ha iniziato la sua carriera giornalistica nei primi anni settanta nell’Irlanda del Nord e in Portogallo come inviato del Times, per poi trasferirsi a Beirut nel 1976. I suoi libri sono best seller in tutti i continenti. Il Saggiatore ha appena riproposto nei Tascabili Cronache mediorientali (oltre 30 000 copie vendute).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: